top of page
download%20(5)_edited.png

Corso RSPP
(Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione) per datori di lavoro – Rischio alto


Obiettivi​:
Soddisfare le esigenze attuali relative all’obbligo di formare e di informare i Responsabili del Servizio di Prevenzione (RSPP) per quanto riguarda i problemi collegati alla sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro.
Il decreto legislativo 81/08 oltre a prevedere l’obbligo di nomina di questa figura all’interno di tutte le aziende prevede che allo stesso sia fatta una formazione particolare, necessaria al fine di gestire la sicurezza nell’azienda.
Contenuti e durata della formazione sono stati definiti dalla pubblicazione dell’Accordo Conferenza Permanente per i Rapporti tra lo Stato e le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano del 21 dicembre 2011 pubblicato sulla G.U. n. 8 del 11 gennaio 2012 con entrata in vigore dal 26 gennaio 2012.
Il corso di formazione RSPP si rivolge esclusivamente ai datori di lavoro che – per dimensioni e tipologia della propria azienda (rischio alto) nonché per requisiti personali – hanno deciso di autonominarsi Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione. Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione non identificato nel datore di lavoro deve seguire un percorso formativo come previsto dal D.Lgs. 195/2003 e dai provvedimenti del 26 gennaio 2006 e del 5 ottobre 2006.

Utilizzare forme di comunicazione adeguate a favorire la partecipazione la collaborazione dei vari soggetti del sistema

Contattaci:

Richiedi un preventivo gratuito

 Programma Del Corso

      MODULO 1. NORMATIVO – giuridico

  • sistema legislativo in materia di sicurezza dei lavoratori

  • la responsabilità civile e penale e la tutela assicurativa

  • la “responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, della società e delle associazioni, anche prive di responsabilità giuridica” ex. D.Lgs. n. 231/2001 e s.m.i.

  • il sistema istituzionale della prevenzione

  • i soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il D.Lgs. 81/08: compiti, obblighi, responsabilità

  • il sistema di qualificazione delle imprese

      MODULO 2. GESTIONALE – gestione ed organizzazione della sicurezza

  • i criteri e gli strumenti per l’individuazione e la valutazione dei rischi

  • la considerazione degli infortuni mancati e delle modalità di accadimento degli stessi

  • la considerazione delle risultanze delle attività di partecipazione dei lavoratori

  • il documento di valutazione dei rischi (contenuti, specificità e metodologie)

  • i modelli di organizzazione e gestione della sicurezza

  • gli obblighi connessi ai contratti di appalto o d’opera di somministrazione

  • il documento unico di valutazione dei rischi da interferenza

  • la gestione della documentazione tecnico amministrativa

  • l’organizzazione della prevenzione incendi, del primo soccorso e della gestione delle emergenze

     MODULO 3. TECNICO – individuazione e valutazione dei rischi

  • i principali fattori di rischio e le relative misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione

  • il rischio stress lavoro-correlato

  • i rischi ricollegabili al genere, all’età e alla provenienza da altri paesi

  • i dispositivi di protezione individuale

  • la sorveglianza sanitaria

     MODULO 4. RELAZIONALE – formazione e consultazione dei                        lavoratori

  • l’informazione, la formazione e l’addestramento

  • le tecniche di comunicazione

  • il sistema delle relazioni aziendali e della comunicazione in azienda

  • la consultazione e la partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza

  • natura, funzioni e modalità di nomina o di elezione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza

  • test di verifica apprendimento

      MODULO 5 – Il sistema di gestione della sicurezza secondo lo standard           OHSAS

  • Lo standard OHSAS

  • Il contenuto della norma

  • Identificazione aspetti e rischi

  • Obiettivi

  • Requisiti legali, legislazione nazionale

  • Struttura e responsabilità

  • Addestramento

  • Comunicazione

  • Monitoraggio e misurazione

  • Emergenze

  • Registrazioni

  • Riesame della direzione

  • Analisi dei rischi

  • Tecniche di audit

      MODULO 6 – Introduzione ai modelli organizzativi secondo il modello             231

  • Il Governo e Controllo Aziendale nel sistema del D.Lgs 231/01

  • Introduzione al Modello Organizzativo e al diritto applicato

  • La valutazione del Modello Organizzativo e il ruolo e l’operatività dell’ODV

  • L’analisi di rischio degli ambiti 231/01

  • Il piano delle attività e verifiche

  • La responsabilità amministrativa dell’ente e le figure penalmente responsabili

  • Le aree di reato contemplate nel D.lgs 231/01

  • Il sistema sanzionatorio e il processo

      MODULO 7 – La disciplina sanzionatoria

  • Sanzioni in materia di sicurezza e salute sui luoghi di lavoro

  • Lettura del D.lgs. 81/08: come imparare a capire le sanzioni collegate a un obbligo normativo

  • Il ruolo delle ASL

  • I sopralluoghi Ispettivi e gli organi di controllo

  • Verbali di contravvenzioni e di prescrizione

  • Modalità di pagamento e gestione delle contravvenzioni

  • Esempi pratici e risoluzioni di casi concreti

      MODULO 8 – Le rappresentanze sindacali

  • I sindacati: storia e presenza nelle aziende

  • Il ruolo del RLS

  • Il ruolo delle rappresentanze sindacali in azienda nell’ambito della sicurezza sui luoghi di lavoro

  • Il rappresentante per la sicurezza a livello territoriale: obbligo e funzioni all’interno dell’azienda

bottom of page